Camera d commercio di Bolzano

Origine del pomodoro

Il decreto MI.P.A.A.F. del 16 novembre 2017 introduce gli obblighi di etichettura per:

  • derivati del pomodoro (conserve, concentrato, passata, pomodori disidratati, pomodori in fiocchi, polvere di pomodoro, pomodori semi-secchi)
  • sughi e salse a base di pomodoro.

Per questi prodotti vanno riportate in etichetta le seguenti informazioni:

  • “paese di coltivazione del pomodoro”: nome del paese in cui il pomodoro è stato coltivato.
  • “paese di trasformazione del pomodoro”: nome del paese in cui il pomodoro è stato trasformato.
  • Nel caso in cui il prodotto sia coltivato e trasformato nello stesso paese è possibile usare la dicitura: “origine del pomodoro”: nome del paese.

Nel caso in cui le operazioni avvengano in più Paesi membri dell’Unione Europea si possono utilizzare le diciture: “UE”, “non UE”, “UE e non UE”.

Il decreto MIPAAF 16 novembre 2017 è in vigore dal 13 marzo 2018 al 31 dicembre 2020. Nel caso ci siano prodotti immessi sul mercato o etichettati prima dell’entrata in vigore dello stesso, possono essere commercializzati entro il termine di conservazione previsto in etichetta.

Nascondi da menu: 
Sono state utili queste informazioni? 
Nessuna votazione inserita
Testo destra: 

Contatto

Sportello Etichettatura

tel. 0471 945 698
etichettatura@camcom.bz.it